Per immigrati, richiedenti asilo e rifugiati

Questa pagina è stata aggiornata il 25/05/2020. Per aggiornamenti successivi a tale data, fare riferimento alla pagina inglese

Siamo tutti molto preoccupati per il coronavirus. Tuttavia, se sei un immigrato, rifugiato o richiedente asilo negli Stati Uniti, potresti avere qualche preoccupazione in più. Questa pagina è dedicata ad alcuni degli argomenti più importanti per le comunità di immigrati. Potrai trovare anche le ultime novità relative a ICE, USCIS e altre variazioni delle procedure relative all’immigrazione dovute al COVID-19.

Cosa ti preoccupa?

CWS Call center panel English

Aggiornamenti e modifiche dovuti al COVID-19

La pandemia di COVID-19 ha comportato modifiche e chiusure nel sistema d’immigrazione degli Stati Uniti. Di seguito puoi trovare gli aggiornamenti per immigrati, rifugiati e richiedenti asilo:

  • L’amministrazione americana ha emesso un ordine esecutivo per bloccare i nuovi visti di immigrazione (carte verdi) dal 23 aprile 2020, per 60 giorni. L’ordine si applica a persone al di fuori degli Stati Uniti. Gli operatori sanitari, i lavoratori agricoli e alcuni altri lavoratori potranno comunque ottenere i visti. Coniugi e figli di età inferiore ai 21 anni dei cittadini statunitensi potranno comunque ottenere il visto. Le persone che hanno già visti per immigrati o documenti di viaggio validi possono ancora venire. SIV e membri delle forze armate statunitensi possono ancora venire.
  • Nel marzo 2020, USCIS ha annullato gli appuntamenti e gli uffici chiusi, tranne per le emergenze. USCIS aprirà alcuni uffici il 4 giugno. I Centri di supporto alle applicazioni non stanno ancora aprendo.
    • Se l’intervista per l’asilo è stata annullata, riceverai un avviso con una nuova data di appuntamento.
    • Se la tua cerimonia di cittadinanza è stata annullata, riceverai un avviso per fissare una nuova data di cerimonia.
    • Se hai avuto un altro colloquio che è stato annullato, dovresti ricevere un nuovo avviso di appuntamento dal tuo ufficio locale.
    • Se hai avuto un Infopass o un altro appuntamento, è necessario riprogrammare l’appuntamento quando l’ufficio locale è aperto. Dovrai utilizzare il contact center USCIS.
    • USCIS ha nuove regole in tutti gli uffici per limitare la diffusione di COVID-19. Devi indossare una maschera e seguire le indicazioni sulla distanza sociale.
    • Si prega di leggere la pagina USCIS coronavirus per ulteriori informazioni. sulle aperture degli uffici, interviste e appuntamenti.
  • USCIS ha annunciato il riutilizzo dei dati biometrici già in suo possesso per estendere la validità del documento di autorizzazione all’impiego (EAD). Leggi i dettagli.
  • L’Ufficio esecutivo del Dipartimento di Giustizia statunitense per la revisione delle domande d’immigrazione (EOIR) ha chiuso diversi tribunali dedicati all’immigrazione fatta eccezione per le udienze dei detenuti. Resta aggiornato sulle modifiche dell’EOIR.
  • Gli agenti dell’ICE continuano a disporre arresti, ma l’ICE ha annunciato che non saranno arrestati pazienti degli ospedali e delle strutture sanitarie. L’ICE ha anche rinviato alcuni appuntamenti personali per gli accertamenti. Leggi cosa ICE ha stabilito relativamente alle esecuzioni nella pagina di ICE dedicata alle informazioni sul coronavirus.
  • I richiedenti asilo che raggiungono i confini sono rimandati indietro. Dovranno fare ritorno in Messico o nei rispettivi paesi d’origine. Anche i minori non accompagnati dovranno tornare indietro. Leggi gli aggiornamenti per i richiedenti asilo.
  • L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM) e l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) hanno dichiarato che i rifugiati non saranno mandati in altri paesi. Il comunicato prevede che la possibilità di viaggiare riprenderà il prima possibile.

Queste informazioni provengono da fonti affidabili, come l’USCIS, il Dipartimento della sicurezza interna, HIAS, e CLINIC. USAHello non fornisce alcuna consulenza legale o medica. I nostri materiali non devono essere considerati pareri legali o medici.

Hai altre domande sull’immigrazione? Puoi contattarci all’indirizzo [email protected].